Loading...

PROTOCOLLO LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ. Il 12 ottobre il Tribunale di Bergamo, la Procura della Repubblica e la sezione di Bergamo della Camera Penale della Lombardia Orientale hanno sottoscritto un protocollo di intesa per lavori di pubblica utilità, ai sensi degli artt. 186, comma 9 bis e 187, comma 8 bis, Codice della Strada. Si segnalano alcuni passaggi di estrema rilevanza:

- il punto 2), che consente all'interessato o al suo difensore di richiedere presso la Procura della Repubblica informazioni ("numero di procedimento penale, il reato contestato e il vice procuratore onorario assegnatario") "previa esibizione del verbale contenente l'informativa sul diritto di difesa così come notificato dagli organi accertatori";

- il punto 3), relativo alla "... facoltà per l'imputato di iniziare i lavori di pubblica utilità previsti nel decreto penale di condanna o nella sentenza anche prima della dichiarazione di irrevocabilità";

- il punto 4), laddove si legge "Nel caso in cui vi sia rinuncia dell'imputato alla fissazione della relativa udienza (...) l'autorità giudiziaria provvederà de plano" alla declaratoria di estinzione del reato e alle altre pronunce relative alla riduzione della sanzione accessoria della sospensione della pena.

scarica il Protocollo per lavori di pubblica utilità 12.10.2017

ELENCO DEGLI ENTI. In allegato l'elenco degli Enti disponibili che hanno espresso la propria disponibilità per lo svolgimento del lavoro di pubblica utilità, trasmesso dal Tribunale di Bergamo aggiornato al 2.10.2017.

Scarica l'elenco degli Enti